Risultati Economici

Economic resultsLife Dime è una soluzione innovativa, a basso costo e compatibile con l’ambiente per il trattamento delle acque residue dall’industria di finitura dei metalli e ha un’alta risposta e tasso di trasferibilità. Includendo la soluzione Life Dime nel processo di finitura dei metalli, le industrie di acciaio, ferro e altri metalli possono aumentare i loro risparmi riciclando e riutilizzando le loro acque residue SPL/SSL:

  • • Life Dime è il sistema più efficiente per recuperare e riutilizzare le principali materie prime usate per eseguire le operazioni di decapaggio e galvanizzazione nelle industrie di produzione dell’acciaio e di galvanizzazione. HCl è la materia prima di base ed è usato come acido decapante nell’industria di produzione dell’acciaio e di galvanizzazione per rimuovere la ruggine dall’acciaio e l’uso di questo acido implica un alto costo. Life Dime fornisce risparmi sui costi di 60 €/m3 di HCl al 35% tramite il riciclaggio di acidi da liquidi esausti, con riduzione significativa del consumo delle materie prime.
  • • Risparmio sui costi di 289 €/t associato al recupero di Zn perché ZnCl2 sarà usato nuovamente nella fase di flusso del processo di galvanizzazione.
  • • Ciò genera sottoprodotti per la vendita sotto forma di Fe2SO4·7H2O che possono essere venduti per i settori dell’orticoltura e viticoltura come fertilizzanti. Le entrate dalla vendita di questo sottoprodotto sarà di 40 €/t netto (prezzo di vendita 65 €/t solfato di ferro meno consumo di acido solforico 25 €/T= 40 €/t netto).
  • • La soluzione Life Dime è una tecnologia ZLD che evita costi extra derivati dalla gestione degli scoli quando è smaltita come rifiuto pianificato dai trattamenti attuali. Il risparmio sui costi di 40 €/m3 sono considerati eliminando la necessità di neutralizzare e smaltire SPL e SSL nelle discariche. Inoltre, Life Dime può essere posizionato sul posto, evitando i costi di trasporto dei rifiuti.

Economic resultsLe potenziali conseguenze positive del sistema di trattamento Life Dime a livello ambientale e socio-economico sono significative e possono essere riassunte come segue:

1 – Dopo che la forza dell’HCl è stata ridotta e non può più essere riusato, deve essere smaltito come rifiuto pianificato. In questo caso il costo dello smaltimento è maggiore del prezzo di spesa iniziale dell’acido (McClay, 2007).

2 – SPL and SSL are the main source of waste in metal and hot dip galvanizing industries, and current treatments (mainly neutralization), produce large amounts of sludge that needs to be managed.

3 – Il processo Life Dime recupera tutto l’HCl, quindi il risparmio sui costi (dopo aver tolto il consumo d’energia del processo) permette un recupero d’investimento rapido. Inoltre, il sistema permette all’HCl recuperato di essere usato per formare nuovi bagni di decapaggio.

4 – Il sistema recupera totalmente i metalli contenuti in SPL e SSL. A questo proposito, il Fe è recuperato come FeSO4 cristallino e commercializzato come fertilizzante (orticoltura, viticoltura, ecc.). FeSO4 è usato anche come materia prima per la produzione di cemento, saponi o inchiostri, tra le altre cose. Il prezzo di vendita del solfato ferroso supera notevolmente i costi dell’acido solforico (materia prima richiesta per eseguire il processo LIFE DIME, vedere Azioni B).

5- Zn sarà completamente recuperato come ZnCl2 per le industrie di galvanizzazione a caldo, e sarà usato nello stesso processo di galvanizzazione.

Il processo Life Dime è flessibile e adattabile alle modifiche future e alle innovazioni con lo scopo di massimizzare l’efficienza del sistema e le sue applicazioni in altre industrie e settori. Un nuovo ciclo di trattamento è stato creato con il progetto LIFE DIME per rifiuti altamente inquinanti. Questi rifiuti attualmente generano enormi problemi di smaltimento a causa dell’alta salinità degli effluenti trattati e la generazione di una grande quantità di scolo che deve essere reso inerte prima del suo smaltimento nelle discariche controllate. Con la soluzione proposta è possibile recuperare virtualmente il 100% degli elementi recuperabili di SPL e SSL derivati dalle attività dell’industria metallurgica.

Il principale contributo del progetto, in termini di riduzione dell’impatto ambientale, viene dalla dimostrazione di un processo sostenibile che offre differenti benefici ambientali: efficiente trattamento delle acque residue, riduzione della produzione di scolo, scarico liquido zero, nessuna emissione nell’aria e il riutilizzo e riciclaggio delle materie prime.

Risultati Ambientali

Contributo alla lotta contro il cambiamento climatico

Economic resultsEnergy Intensive Industries (EII) sono una delle maggiori fonti di emissioni di CO2, come quelle che fanno parte del settore metallurgico. L’industria dell’acciaio ha provocato tra il 4%-7% delle emissioni antropogeniche di CO2 dell’EU-27 (252,5 milioni di tonnellate di CO2 di media durante il periodo 2005-2008).

I processi di trattamento della superficie non sono la maggiore fonte di emissione nell’aria, ma alcune emissioni che possono essere localmente importanti includono NOx, HCL, HF e particolati acidi dalle operazioni di decapaggio. L’energia (combustibile fossile ed elettricità) è usata per i processi di riscaldamento ed asciugatura. L’elettricità in alcuni casi è usata anche per il raffreddamento, e per guidare i processi elettrochimici, pompe e attrezzature del processo, riscaldamento delle cisterne supplementari, riscaldamento del luogo di lavoro e illuminazione. Gli impianti siderurgici dell’UE combatteranno per raggiungere una futura riduzione delle significative emissioni di CO2 senza l’introduzione di tecnologie decisive (UE-Centro Comune di Ricerca).

Il contributo più importante di Life Dime nella riduzione delle emissioni di GHG è il suo Approccio al Ciclo della Vita (LCA), che aumenta le materie prime riciclandone una parte e migliorando l’utilizzo dei sottoprodotti, senza consumo energetico (90 MWh/anno).. In alternativa, il consumo dell’energia durante il processo Ruthner è stato stimato a 576 Mwh/anno. Applicando la tecnologia Life Dime in Europa, il risparmio di energia in confronto agli attuali processo arriverebbe a circa 0,4 milioni di barili di equivalente petrolio grezzo all’anno, e si stima che il risparmio dell’energia globale potrà raggiungere 1,6 milioni di barili di equivalente petrolio grezzo all’anno dopo la replica del progetto.

È importante notare che il trasporto è ciò che contribuisce con maggiore crescita e velocità al cambiamento climatico globale, rappresentando il 23% delle emissioni di CO2 relazionate all’energia. All’interno del settore, il trasporto su strada è ciò che contribuisce di più a rappresentare oltre il 70% di tutte le emissioni di GHG nel 2014. La soluzione Life Dime promuove il riutilizzo e riciclaggio, quindi nessun rifiuto è generato e, dunque, si evita il trasporto associato allo smaltimento dei rifiuti nelle discariche.

Inoltre la tecnologia Life Dime evita la salinizzazione di una grande quantità di acqua (recettore dell’organismo), nel caso di tipiche neutralizzazioni acide con soda caustica. Rigenera una nuova soluzione HCl al 18% evitando l’utilizzo di acqua quando si diluiscono i nuovi liquidi decapanti con l’acqua. Questo è un aspetto importante perché l’adattamento al cambiamento climatico è strettamente collegato all’acqua e al suo ruolo nello sviluppo sostenibile. Come risultato, possiamo affermare che il progetto è chiaramente un progetto da adattare al cambiamento climatico.